pizz-palumm-pizzo-palomboAltro prodotto tipico della Pasqua è il Pizz palumm, pizzo palombo, una sorta di ciambella che può essere considerata l’antenata della colomba pasquale  molto diffusa in Campania e più precisamente in Valle Caudina: la terra di verdepeperone.it  :-) .

Le origini, rigorosamente contadine, del pizz palumm si perdono nei tempi ed ancora oggi è preparato seguendo l’antichissima ricetta che si tramanda gelosamente da generazioni. Il segreto del suo successo? Il rigoroso utilizzo di sani e genuini ingredienti.

La sua lunga preparazione fa sì che il pizz palumm non sia reperebile in pasticceria, quindi se desiderate assaggiare questa unica bontà non vi resta che farlo a casa. Il risultuato vi ripagherà di tutto.

Ingredienti
5 uova fresche
lievito madre
800 gr di farina tipo 00
latte q.b.
buccia di limone
buccia di arancia

Preparazione
Iniziate con il disporre la farina a fontana e all’interno rompete e versate gradualmente le uova fresche, il lievito madre, il latte, la buccia di un limone e la buccia di un’arancia.

Impastate per bene con le mani fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo. A questo punto ricavate dei panetti e inziate e create un piccolo foro al centro non troppo largo e spargete sopra una manciata di farina.

A questo punto lasciate lievitare per 48 ore in un luogo fresco ed asciutto ricoprendo i pizz palumm con dei panni di tela o di cotone. Quando la lievitazione sarà terminata, raddoppiando di volume, è il momento di passare alla cottura.

La ricetta originale prevede la cottura in forno a legna impiegando solo fascine di pioppo e di ginestra, ma per chi vive in città può utilizzare il tradizionale forno di casa a 200° per circa un’ora a forno già preriscaldato.

Quando sarà cotto, il pizzo palombo assumerà il tradizionale colore scuro lasciatelo raffreddare e  gustatevi questa bontà.

Buona Pasqua

Potrebbero interessarti anche queste ricette:

Lascia il tuo commento